Kung Fu Wushu Tradizionale : Scoprendo Miti e Verità nel 2020

Kung Fu Wushu Tradizionale : Scoprendo Miti e Verità nel 2020

VELOCE, RAPIDO E SENZA SFORZO

In differenti ambienti sentiamo spesso parlare di semplicità, velocità e tempi brevi per ottenere qualunque obbiettivo.

  • Ti prometto un lavoro dove potrai guadagnare molti soldi senza far nulla !!!!
  • Guadagna 1000 euro in 1 giorno da casa tua !!!
  • Diventa medico studiando online e operando il giorno stesso che otterrai la laurea senza tirocinio sul posto !!
  • Apprendi un intera arte marziale Online e diventa Maestro semplicemente stando a casa tua !!

Si scherza, ma purtroppo…e lo sai meglio di me, questa è la realtà dei fatti oggi !

Nulla in contrario in tutti quei metodi che hanno dietro logica, che hanno dietro un impegno reale per raggiungere gli obbiettivi e dove NON ESISTE NULLA DI FACILE E SEMPLICE, ma dove invece, c’è bisogno di studio e comprensione graduale nel tempo.

E’ anche vero che esistono lavori online – seri – che hanno lo scopo di donare delle skills (abilità) dietro una formazione e che donano gli strumenti per procedere nella crescita professionale di un determinato settore. Ma attenzione, alcuni lavori, non è così per ogni mestiere. Nulla di sbagliato o di impossibile, ma credimi che non sarà di certo facile se il lavoro che avrai scelto sarà capitanato da persone serie e professionali. 🙂

In fine..

abbiamo dei settori dove per apprendere una disciplina, un arte o un metodo si necessita della presenza fisica e in carne ed ossa del Maestro o Istruttore. Un settore di questi sono proprio le arti marziali tradizionali (a parer mio). Questo perchè hanno dietro degli aspetti di studio che non è possibile percepire dietro uno schermo “freddo”. Ma anche qui alzo le mani verso un aspetto molto specifico, perchè dipende cosa vogliamo apprendere dall’arte in questione, se solo movimenti e preparazione fisica o qualcosa di più profondo…ma questo è un altro argomento ;).

Torniamo a noi…

UN LUNGO CAMMINO VERSO UNA LUNGHISSIMA PRATICA

Vi è anche un altra faccia della stessa medaglia, ovvero i lunghi processi di apprendimenti che durano secoli !! 🙂

Dove il povero allievo deve sostenere prove lunghissime, ore e ore dello stesso movimento, per anni quasi, senza mai ottenere molto di più dal suo Maestro, che ovviamente sposta le montagne con lo sguardo.

Io chiamo questi “due mondi” la piaga delle arti marziali cinesi (e credo tradizionali in generale). Questi due approcci rovinano questo splendido mondo e una cultura millenaria che si sostiene da molto tempo. Dove il Kung Fu Wushu rischia di ottenere l’etichetta di “circo” o peggio ancora “mossette”.

SFATIAMO ALTRI MITI

Esiste la “moda” che nella pratica delle arti marziali cinesi non si suda, non si fatica e non c’è uno sforzo davvero importante, magari come succede nella pratica dei “figli” moderni, ovvero gli sport da combattimento. Si sa che negli sport da combattimento c’è questa nomea del faticare realmente e dove l’allenamento è anche fonte di costruzione fisica dell’individuo. Ebbene…ti svelo un segreto, ma nella pratica del Wushu non è poi così diverso 😉 .

Chiaramente ci tengo a sottolineare un punto importante che raggrupperà il succo di ogni cosa che leggerai…

Lo stile è un mezzo, egli non può fare qualcosa se non è mosso e veicolato dal conducente, ovvero dal praticante stesso ;). Dipende da chi trovi e da come questo insegnante vive e insegna!

Ma tornando al discorso lasciato in sospeso…

Spesso il praticante di Arti Marziali Cinesi viene visto come colui che ha ricevuto un potere mistico e ebbene, non ha bisogno di allenare i suoi muscoli, il suo fiato, la sua resistenza, i suoi riflessi, la sua adattabilità, la sua flessibilità e la marzialità…ma no, perchè farlo quando basta mettersi un vestito di taglio cinese e si ottengono i poteri ? 🙂 🙂 !!

Anche qui abbiamo due facce della stessa medaglia, miti che piovono da ogni parte, ovvero chi da fuori crede questo (grazie a molti pionieri del “genere” ) facendo di tutta l’erba un fascio e chi ovviamente alimenta questo “vociferare”, credendo lui/lei stesso/a per primo a questa FANTASIA. Un potere ultraterreno ! 🙂

Questi sono i luoghi comuni che si alimentano grazie alla non conoscenza e all’inquinamento da parte di molti “Insegnanti”.

Creando ombra su tutto ciò che risuona con il nome Kung Fu o Wushu .

TI INSEGNO, MA NON SO FARE CIO’ CHE INSEGNO

Se vado da un pasticcere per apprendere l’arte della pasticceria, sicuramente lui dovrà essere in grado di:

  • Essere di esempio in ciò che dice e in ciò che fa (e che fa fare all’allievo)
  • Essere il primo a dimostrare ciò che bisogna fare
  • Saper fare realmente e non teoricamente
  • Saper insegnare
  • Dimostrare risultati

Questo per citare alcuni punti e facendo un esempio in un altro settore. Questo nelle arti marziali si vede veramente poco. La pratica di qualunque stile di Arte Marziale Cinese (se fatto in modo serio) comprende un lavoro fisico molto intenso, dettagliato e con pochi fronzoli. Ciò significa che chi abbiamo davanti a noi deve presentare risultati visivi, professionali, culturali e morali.

Con questo non voglio dire che si necessita di un corpo da preparatore atletico di alti livelli, oppure da Body Builder, – anche perchè il percorso marziale comprende differenti metodologie – ma comprendere che stiamo parlando di discipline che mettono in azione il corpo a 360°.e che se l’insegnante davanti a noi deve essere di esempio su differenti fronti.

Questo crea due spaccati :

  • Un Kung Fu Wushu romanzato e fiabesco
  • Un Kung Fu Wushu serio e concreto

Essere confusi e non comprendere quale sia la strada migliore è molto semplice, mi sono trovato molte volte in queste circostanze agli inizi, ma non bisogna perdersi d’animo e continuare a cercare. 😉

MA LA REALTA’ E’ TUTT’ALTRA

Parco di Dezhou – Shandong : Classe del Maestro An Jian Qiu

Dietro alla pratica del Kung Fu Wushu Tradizionale c’è impegno e sudore, infondo come in ogni altra disciplina che comprende l’utilizzo del proprio fisico e della propria mente. Nessuna magia, nessun trucco magico e non esistono “password” per raggiungere abilità nelle arti marziali. Come esprime egregiamente il significato di Gong Fu (scritto nel modo corretto) : “raggiungere grandi abilità attraverso l’impegno”. Così nelle arti marziali come in ogni mestiere.

Ma…..esistono casi eccezionali come in ogni disciplina, dove possiamo vedere un apprendimento fuori dal normale e un esecuzione impeccabile in relativamente “poco tempo”. Ma bisogna analizzare in modo approfondito il soggetto e cosa vi è dietro. Nulla cade dal cielo 😉 e nulla capita per puro caso divino. Ricorda che il talento, qualunque esso sia, va alimentato e coltivato nel tempo.

Nel Wushu non esistono scorciatoie per ottenere abilità, perchè il praticante deve immergersi con tutto l’impegno necessario possibile, quotidianamente e in modo costante, altrimenti i risultati tarderanno ad arrivare. Dipende molto dalle scuole, dalla linea da cui si deriva e dal Maestro in questione, ma nella pratica non si scinde l’allenamento fisico da quello marziale e tradizionale che la maggior parte conosce (studio delle forme, applicazioni, armi etc) , ma fanno parte dello stesso percorso e cammino. Il misticismo è un qualcosa che ha offuscato queste pratiche, rendendole quasi dei percorsi spirituali ascetici.

IN CONCLUSIONE

Quello che viene raccontato spesso nei riguardi del Wushu Tradizionale, sono pensieri coloriti e che provengono dalle più disparate menti e visioni. Quello che ho compreso io oggi – e che voglio condividere con te – è che il Wushu ha cambiato molte volte la sua “pelle” nel corso dei secoli, ed è arrivato a noi come una sorta di “magia suprema”. Il Wushu Tradizionale è un cammino che metterà alla prova il tuo corpo e la tua mente, richiedendoti fatica, impegno e costanza. Allenerai a superare sempre un pò di più il tuo limite, imparerai a conoscerti e a scoprire i tuoi punti deboli, scovando le tua abilità “nascoste” ma reali. Dovrai essere conscio/a che non esisterà nulla di magico, ma che tutto sarà sostenuto semplicemente dall’allenamento, ne più e ne meno, garantendo tu in base al tuo impegno il tuo risultato. Certamente la via marziale, quello di cui io sono rimasto sempre affascinato è che diventa un vero e proprio cammino che ti porti nella vita quotidiana. E’ vero, se desideri semplicemente e soltanto tirare cazzotti e combattere h24 , oppure diventare un fighter e gareggiare in differenti competizioni, beh, il Wushu Tradizionale non farà al caso tuo. Perchè è un arte, una cultura ampia, dove l’arte marziale è solo una parte di un grande ventaglio. 🙂

Informati, ricerca, chiedi, esplora e continua la ricerca…

Esistono ancora persone serie che portano avanti l’ideale di una pratica concreta e fuori dai falsi miti. 🙂

Ti auguro una buona ricerca e non fermarti alle cose semplici, osa sempre ! 🙂

Saluti Marziali

Articolo successivoRead more articles

Luca Zara

Nasco come curioso di sapere, conoscere e sperimentare le potenzialità dell'essere umano. Mi chiamo Luca Zara, Movement & Traditional Wushu Coach. Attraverso le arti marziali cinesi e il movimento psicofisico, aiuto le persone a riconnettere i tre diamanti dell'esistenza: spirito, mente, corpo.

Lascia un commento

Chiudi il menu