You are currently viewing Impermanenza – l’arte di fluire

Impermanenza – l’arte di fluire

Perdi solo le cose a cui ti attacchi. “
(Buddha)

Buon giorno caro/a lettore/lettrice. Oggi ti voglio descrivere un tema a me molto caro e che ho vissuto sulla mia pelle fino dentro le ossa.

L’impermanenza..

Cosa significa impermanenza e quali errori non commettere.

Ne avrai sentito parlare da chiunque ormai. “lascia andare” , “non ti attaccare” e altre frasi di questo genere. L’avrai letto sui social, nei libri, ascoltato in conferenze, video e molto altro. Ma è davvero così semplice attuarlo nella propria vita? basta semplicemente leggerlo per comprenderlo ? e cosa significa ?

Nella mia vita ho sempre pensato che fosse come l’essere passivi e pensare “ok, va bene tutto” , invece, era proprio l’opposto, tutto l’opposto. L’errore più comune e che feci anche io, era ed è proprio il continuare a forzare questa abitudine mentale. Forzarsi nel dire “va bene dai è andata, non mi attacco” , ma in realtà dietro a questa forma pensiero c’è nascosta una convinzione effimera e travestita da comprensione, perchè sai, la nostra mente, mente.

Poi però non ci accorgiamo che perdiamo le staffe se qualcuno non vuole più avere a che fare con noi. Non ci rendiamo conto che perdiamo il controllo se vediamo (in modo illusorio) ingiustizia nei nostri confronti o negli altri. Ci arrabbiamo se perdiamo il lavoro o qualcuno a noi caro. Non ci diamo pace se qualcuno ci ferisce emotivamente. Perdiamo il controllo quando abbiamo paura e molto altro.

Allora siamo bravi a leggere e nel fare i “finti guru” con noi stessi? Io credo che abbiamo perso il senso.

Vedi, ti descrivo la mia esperienza…

Utilizzavo la Meditazione, le lunghe passeggiate in natura e/o la pratica marziale, ma nel momento presente era tutto ok, tutto chiaro, poi inesorabilmente la vita ti mette alla prova, ma non per cattiveria – siamo stati cresciuti che la vita è contro di noi e fa schifo – , ma solo e soltanto per dirci : “ok. hai compreso ? davvero ? ok. ecco una prova per te” .

Bam ! e arriva la situazione e il contesto che fa crollare tutto, quel momento di comprensione…svanisce. E a cosa sono serviti quei strumenti? a cosa è servito il continuare a dirti “ho capito ! “. Nulla. Illusione bella e buona.

Quando mi capitarono eventi del genere non comprendevo e non riuscivo a capire come fare. Poi, compresi. Sai come ?

Non ho usato quei strumenti solo in quel preciso momento e poi basta. Non mi rifugiavo più nella meditazione o nelle pratiche marziali per estraniarmi da quelle prove, ma li utilizzavo ancora e ancora…e ancora.

La pratica, se così vogliamo chiamarla, non era quell’ora o quel paio d’ore, perchè doveva essere un qualcosa che mi aiutasse a far entrare quei insegnamenti nelle ossa, nelle viscere e nelle cellule del mio corpo.

Solo così incominciai a non avere più il “momento di pratica” , ma ogni momento diventò la mia pratica . 🙂

Lo so. Starai pensando: “si ok, ma nel pratico come si fa ? belle parole, ma voglio la pratica !! ”

🙂 è puro e semplice allenamento. Devi riprogrammare la tua mente e arrivare alla consapevolezza che:

  • Ciò che hai svanirà nel “vento”
  • Ciò che possiedi oggi, domani devi poterlo lasciare andare
  • Ciò che sei non sarà lo stesso domani e neanche fra 1 minuto
  • Ciò che desideri arriva nel momento giusto e se ne andrà nel momento giusto
  • Ciò a cui tu tieni se ne andrà quando tu ti attaccherai troppo, per allenarti nel dover lasciare
  • Che ciò che pensi è sempre frutto della tua mente
  • Che la sofferenza è una scelta non una legge imposta

Rileggi e rileggi fino all’infinito. Se ti sembrano banali è perchè la tua mente sta cercando la formula magica per diventare imbattibile e capire. Non c’è nulla da capire. Devi ritornare a uno stato di semplicità e continua pratica. Il lavoro su di sè è pratica, ed è nel tempo, non in qualche ora o in qualche weekend.

Continua ad addestrare te stesso/a e poi dis-impara 🙂 . Studia e poi, dimentica. Ottieni e poi, perdilo nel vento.

In fine , se non ne sei a conoscenza, ho realizzato una video lezione da 1h e 20 sulla Meditazione e Rituali. Clicca qui se vuoi avere maggiori info 🙂

Da oggi in poi,

Ricordati questa frase :

Perdi solo le cose a cui ti attacchi. “
(Buddha)

Buon cammino my friend 🙂

Luca Zara

Nasco come curioso di sapere, conoscere e sperimentare le potenzialità dell'essere umano. Mi chiamo Luca Zara, Movement & Traditional Wushu Coach. Attraverso le arti marziali cinesi e il movimento psicofisico, aiuto le persone a riconnettere i tre diamanti dell'esistenza: spirito, mente, corpo.

Lascia un commento