Tu crei il tuo Kung Fu

Tu crei il tuo Kung Fu

Kung Fu , questa parola utilizzata nei film , sulle t-shirt e anche come parte del nome di un ipotetica scuola di arti marziali etc.

Il Kung Fu….una parola utilizzata davvero da per tutto , ma spesso confusa e creando ulteriori confusioni nella testa delle persone. Kung Fu = Bruce Lee. Esattamente , perchè il termine Kung fu venne coniato grazie ai film del famoso attore e artista marziale , creando un “nome” più Americano e di impatto. Ma in realtà bisognerebbe scriverlo in questo modo : Gong Fu 功夫 , ma esteticamente sulle copertine dei film non avrebbe fatto una bella figura e forse non avrebbe venduto così tanto.

Molti articoli parlano di questa parola , ma davvero moltissimi , ecco perchè voglio concentrarmi sull’associazione di questa parola nella vita dell’uomo moderno.

Un imprenditore , un commerciante , un parrucchiere , un cuoco , uno spazzino , un musicista non hanno bisogno di iscriversi a un corso di arti marziali , assolutamente no , perchè in realtà ognuno di loro può sviluppare e far crescere il proprio Gong Fu. Una mamma non ha bisogno di impugnare armi tradizionali (anche se zoccoli o cucchiaie sono per eccellenza le armi casalinghe 😀 ) per ricercare il suo Gong Fu. Ognuna di queste persone , figure professionali ,artisti e quant’altro , non hanno alcun bisogno di iniziare un cammino marziale , non serve , non è indispensabile anche se ognuno di loro può sviluppare un’altissimo livello di Gong Fu.

Perchè ?

Perchè ogni singolo individuo , dal momento che fa un’azione o svolge un compito , da quel momento potrà raggiungere la maestria. Raggiungere il Gong Fu significa : ” raggiungere un’elevata maestria e abilità attraverso l’impegno costante ” . Quando vediamo un barbiere eccellere nel suo mestiere , curare ogni dettaglio e lavorare sull’impeccabilità , donando un sorriso sul volto del cliente , beh quello è aver raggiunto il Gong Fu. Una madre amorevole che ogni giorno riesce a “servire” la propria famiglia , accudire i propri figli , gestire le faccende di casa con estrema facilità , quello è un enorme livello di Gong Fu.

Nella nostra vita , inconsciamente e consciamente sviluppiamo delle abilità che a prima vista per noi sono “banali” , quando in realtà sono delle “armi” che abbiamo forgiato nel tempo , proprio come fa un fabbro , picchiettando incessantemente il ferro ancora caldo. Ecco perchè ricercare il proprio Gong Fu è un qualcosa di davvero importante , vitale e utile nella vita di tutti i giorni , sia nel lavoro che in altre situazioni. Può sembrare strano , ma anche uno spazzino può raggiungere il suo Gong Fu ed è lo stesso per un fotografo o un barista , nessuno escluso.

Come disse un famoso filologo e conferenziere :

Tutto ciò che sappiamo può essere superato, se ne abbiamo il coraggio

Igor Sibaldi

Ovvero i significati delle parole in questo caso. Con la mente bisognerebbe andare oltre a quello che già conosciamo , superare quello che ci hanno detto e andare più in profondità. Questo approccio permette di vedere , conoscere altri lati di quello che abbiamo sempre guardato con un solo occhio , tappandoci l’altro. Ed è per questo che una parola come Gong Fu o meglio conosciuta oggi come Kung Fu , diventa una parola che non identifica semplicemente “l’arte marziale” , ma diventa di “dominio” per l’essere umano , abbracciando tutta la pienezza dell’esistenza.

Ecco che da oggi anche tu in ciò che fai , in ciò che sei o in ciò che vuoi essere , puoi ricercare il tuo personale Gong Fu. Sviluppare maestria o abilità non deve far pensare a cose estreme , ma al semplice eseguire con accuratezza , passione e impegno ciò che stai facendo , ciò che dai e ciò per cui sei qui. Esattamente , ciò per cui sei qui , perchè ognuno di noi sviluppa determinate abilità o determinate competenze non per far del bene solo a se stesso , ma per contribuire alla crescita e sviluppo dell’umanità. Si , lo so , può sembrare una cosa forte , ma se non doni agli altri per chi e per cosa stai facendo ciò che stai facendo ora?

Non avrebbe molto senso. Ecco perchè nell’antica Cina un calligrafo poneva la sua massima attenzione e espressione nelle sue realizzazioni , così che potessero essere testimonianza per il futuro , donare un messaggio o donare un semplice dono al suo imperatore , oppure , ai suoi antenati o maestri. Se non realizziamo la migliore versione di noi stessi per gli altri , questo viene chiamato semplicemente ego o narcisismo , una pratica che ha poca vita.

Io penso , che questo aspetto dona la possibilità a ogni individuo di riscoprire se stesso , di ricercare quei lati “nascosti” e quelle doti che magari , chissà , non sapeva neanche di avere. Mi auguro che sempre più persone riscoprano il vero senso della maestria in ciò che fanno , perchè non è un pezzo di carta o una targa di lusso a determinare le nostre abilità , la nostra maestria e “arte” , ma il miglior banco di scuola è e sarà sempre la vita stessa.

Ti auguro di trovare o ritrovare il tuo Gong Fu in tutto ciò che fai.

Buona ricerca 🙂

Per rimanere sempre aggiornato/a Iscriviti alla Newsletter 🙂

Articolo successivoRead more articles

Luca Zara

Nasco come curioso di sapere, conoscere e sperimentare le potenzialità dell'essere umano. Mi chiamo Luca Zara, Movement & Traditional Wushu Coach. Attraverso le arti marziali cinesi e il movimento psicofisico, aiuto le persone a riconnettere i tre diamanti dell'esistenza: spirito, mente, corpo.

Questo articolo ha 4 commenti.

Lascia un commento

Chiudi il menu